Malasanità

Malasanità a Palermo

23 Aug , 2014  

Nuovi drammatici casi nelle strutture del capoluogo siciliano

Così come lo scorso anno, anche il 2014 sembra essere contraddistinto da una lunga serie di casi di malasanità a Palermo: le strutture ospedaliere ed extra ospedaliere del capoluogo si sono rese protagoniste di alcune vicende salite alla ribalta della cronaca, e oggi in grado di gettare cattiva luce su un sistema sanitario che meriterebbe ben altri cenni.

È ancora nella memoria collettiva il clamoroso caso della ragazza di 18 anni deceduta in seguito alle complicazioni di un ascesso dentale mal curato, poi sfociato in uno shock settico polmonare che è stato letale alla giovane. Quel che all’inizio sembrava essere un semplice mal di denti si è pertanto rivelato una infezione di eccezionale gravità, che ha condotto la ragazza al decesso presso l’ospedale Civico di Palermo, dove era stata ricoverata d’urgenza in seguito alle complicazioni della malattia.In prima battuta la ragazza era stata trasportata al Buccheri La Ferla, dove fu visitata per un sospetto ascesso dentario. Dopo due ore, essendo diminuito il dolore inseguito alla terapia, la ragazza fu dimessa per essere inviata presso l’Odontoiatria del Policlinico di Palermo. Struttura dove, tuttavia, la giovane non è mai giunta: trascurando la patologia (forse per problemi finanziari, affermava parte della stampa), la paziente si è fatta ricoverare solo qualche giorno dopo, quando tuttavia la situazione era sfociata in una fascite, con infezione diffusasi fin nei polmoni.

Più recente è invece la sanzione per i due medici del reparto di chirurgia ortopedica che due anni fa impiantarono la protesi ad una paziente  di 76 anni, nella gamba sbagliata. Per i due medici una condanna di sospensione dall’attività per due mesi: una sanzione che si aggiunge alla lunga lista dei casi controversi che si sono sviluppati  negli ultimi anni, e che spesso sono sfociati in sede giudiziale.

 

 

,

By



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *